venerdì 13 aprile 2018

Beauty Routine Coreana: Elizavecca Witch Piggy Hell Pore Control 97% Hyaluronic Acid Serum

Ovvero siero all'acido ialuronico.
Una cosa è certa: questi di Elizavecca sono i prodotti beauty con i nomi più lunghi di sempre!

Intanto ve lo avevo anticipato qui che i livelli di cuteness maialesca dei pack Elizavecca sarebbero cominciati ad aumentare in modo esponenziale e con questo siero siamo già ad un buon livello.



Sul pack esterno e sull'etichetta dell'ampolla di vetro da 50 ml c'è un maialino (mascotte di Elizavecca) vestito da strega che con arroganza mescola un calderone di acido ialuronico al 97%


L'acido ialuronico è un umettante, il che significa che attirando l'acqua in superficie rende la pelle idratata più a lungo e con un aspetto sano e rimpolpato. Le piccole rughette appaiono meno evidenti e la pelle più luminosa.

Di solito l'acido ialuronico va applicato dopo il tonico e prima di altri trattamenti perchè aiuta a veicolare meglio i principi attivi e il tutto va" chiuso" con una crema idratante.


La consistenza del Witch Piggy Hell Pore Control 97% Hyaluronic Acid Serum è liquida, leggermente viscosa e ne bastano veramente due gocce per ricoprire tutto il viso.
La cosa fondamentale è che non lascia assolutamente la faccia appiccicaticcia (cosa che purtroppo mi accade con quello The Ordinary di cui devo usare almeno quattro gocce) risultando leggerissimo.

La sensazione che lascia  in generale l'acido ialuronico, per chi non è abituato, è un lieve effetto tensore, ma fidatevi che va a lavorare lo stesso e ve ne accorgerete da quanto risulterà elastica la pelle.

Il restante 3% della formula è composta da:
Niacinamide, ovvero vitamina B3, che aiuta a schiarire i rossori, regolare la sebosità del viso ed eliminare le macchie da iperpigmentazione.

Adenosina che pare sia un noto attivo antietà (onestamente ho dovuto cercarlo, non lo conoscevo) che aiuta la pelle a produrre naturalmente collagene ed elastina.

Allantoina destinata ad attenuare le imperfezioni della pelle come acne, rughe, cicatrici.

Arginina che è un protettivo della pelle.

Sono entusiasta di questo siero Elizavecca e lo sto utilizzando anche per rendere più piacevole l'applicazione della vitamina C di The Ordinary che mi lasciava dei fastidiosi granulini.
Nella formula infatti non compare l'acqua (a differenza di TO che la elenca al primo posto) quindi dovrebbe far sì che la vitamina C venga assorbita senza ossidarsi (ecco... se l'ho sparata grossa correggetemi, vi prego)

1 commento: