venerdì 12 febbraio 2016

A San Valentino timbrate biscotti!

Ve l'ho raccontanto.
Sono vittima del marketing e l'operazione Baci Perugina unita alle lettere che Charlie Brown scriveva alla Ragazzina dai Capelli Rossi, ma non aveva mai il coraggio di recapitare, mi hanno creato dei danni permanenti che spingono il mio cervello ad andare in un brodo di giuggiole ogni qualvolta qualcosa cuoriforme si palesi nel mio raggio d'azione.

Tutto l'anno.

Imaginate a febbraio.

Forse è anche per colpa  di quell'accidenti di Cuore d'oro che quelli della Crispo ci invitavano a cercare nelle confezioni di confetti sulle reti televisive regionali quando eravamo bambine.

"Cerca il cuore d'oro!" ci ha trapanato il cervello giorno dopo giorno e noi non sapevamo dove cercarlo 'sto benedetto cuore, perchè non è che nelle case italiane ci fossero battesimi e comunioni ogni minuto per giustificare l'acquisto di tonnellate di Crispo... allora quei malefici che si sono inventati?
L'uovo di Pasqua, che se ci compravano un ovetto Kinder era già tanto!

Come poteva in quegli anni farci paura Labirynth
se le testimonial Crispo erano queste?
Si vede che il mantra ripetuto ossessivamente dalle gemelline shining ha sortito il suo effetto sulla lunga gittata ed oggi se vedo un cuore di Tiffany perdo la testa, un pò come il clicker per i cani insomma.

Ma torniamo a noi.


Chi l'ha deciso che in Italia San Valentino debba essere solo la festa degli innamorati?

Anni di visione di sitcom e film americani non ci ha forse insegnato che sì è la festa dell'amore, ma dell'amore in generale, e ci si scambiano bigliettini anche tra amici e familiari?
 

Per questo motivo lo scorso 14 febbraio ho deciso di fabbricare biscotti per la mia mamma e mia nonna!

E poi volevo provare il timbro per biscotti acquistato da Tiger proprio a causa del cuore che aveva stampato sopra. (Vedete? E' una malattia!)

  
Questo non ha i cuori e lo trovate su Amazon.
La ricetta della pastafrolla, affinchè possa essere timbrata, pare debba essere particolare.
Così dopo aver cercato in giro ho deciso di provare questa francese.

Il risultato è stato ottimo, anche se per evitare di giocarvi il vostro di cuoricino consiglio di assumerne in piccole dosi. (Traduzione c'è tanto burro, eh, 'sti fransuà.)

INGREDIENTI:

• 200 grammi di burro

• 200 grammi di zucchero
• 2 uova
• 400 grammi di farina
• vaniglia
• colorante rosa

Ecco la mia piccola creazione!
PREPARAZIONE:
Non ho tutti quegli aggeggi ultratecnologici per la cucina perchè non è che ami cucinare più dello stretto necessario quindi qui si fa tutto a mano, ve lo avviso!


Dunque nella nostra bella ciotola lanciamo lo zucchero e le uova, intere, sbattiamo il tutto finchè non diventa omogeneo e per niente grumoso (ho usato una forchetta, che sia messo a verbale!) e incorporiamo il burro.

Ecco l'aggiunta del burro è una cosa che di solito mi turba.

O è troppo duro e quindi è un casino, oppure è sciolto e diventa tutto molliccio.
Stavolta l'ho tenuto un pochino fuori e poi ho deciso di lavorarlo con le mani insieme a zucchero e uova.
Insomma fate un pò come vi pare basta che il tutto si sposi insieme.

A questo punto aggiungiamo la vaniglia e la farina e continuiamo a lavorare con le nostre zampine.

Volendo si potrebbero aggiungere anche gocce di cioccolato o nocciole, quello che più vi piace.
Io non ho voluto complicarmi la vita e, per fare l'originale, ho messo del colorante rosa. (In un'altra occasione vi racconterò di un'altra mia ossessione: l'aroma alla rosa per dolci, che secondo me qui poteva starci proprio bene)

Ora viene il bello.


La ricetta originale suggerirebbe di creare una salsiccia di impasto dello stesso diametro del timbro da avvolgere nella pellicola e mettere in frigo per 30 minuti.
Una volta estratta andrebbero tagliati dischi abbastanza spessi e timbrati.
Ok. Ve lo dico!

E' impossibile.

Io non ci sono riuscita!

Una volta estratto l'impasto dal frigo l'ho steso con il mattarello come facevano gli antichi, tenendomi abbastanza spessa.
Poi ho preso il famosissimo tagliabiscotti che tutti abbiamo in casa e che, guarda un pò, è proprio della grandezza ideale: un bicchiere delle Nutella.

Mi sono creata i miei dischi e giù a timbrare.


Mi raccomando, il timbro va infarinato!

Poi chiudete tutto in forno (preriscaldato) a 180° per 15 minuti.

Appena sfornati potrebbero risultare morbidi, ma non temete!
Una volta raffreddati saranno gli ammassi burrosini che devono essere.

Eccoli! Non sono adorabili?
Confezionateli come preferite. Io li ho legati con un nastrino fuxia e poi incartati in sacchettini trasparenti.

E via! Andate e distribuite un pò del vostro amore al mondo!!!
L'odio teniamocelo in caldo per altre giornate... tipo il Capodanno o la Festa della donna!





8 commenti:

  1. ahahaha ..bella la mia Carolina..si veramente anch'io non capisco perchè San Valentino solo in Italia debba essere la festa degli innamorati e non dell'amicizia, dell'amore preso in senso universale come in altri paesi..Mah! A volte si ha pure paura di essere fraintesi..
    E chi è capace a fare queste delizie che ci presenti? Sei adorabile cuoricino mio...
    Buon San Valentino!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tesoro!!! Buon San Valentino anche a te! <3 Questa è semplicissima, ma ahimè per niente sana.
      Mi rifarò con una prossima ricettina più healthy! <3

      Elimina
  2. Che belli, Carolina! Anche io sono d'accordo a fare di San Valentino la festa dell'amore e non soltanto degli innamorati!
    Ieri ho fatto una crostata tutta ricoperta di cuori.
    Baci baci (con la nocciola dentro)
    la effe

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oh mamma che Buona!*___* Ne mangerei una fetta ora!

      Elimina
  3. No vabbe', ma quanto sono belli i biscotti?! Con la mia manualità non sarei in grado nemmeno di aprire una busta della farina o di sbattere un uovo senza fare casino, per cui apprezzo sempre un sacco chi - a differenza mia - non è completamente scemo ♥
    Tanti auguri di buon San Biscottino!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma San Biscottino è geniale! ❤
      In realtà io cucino seriamente una volta ogni milione di anni e miracolosamente le cose mi vengono bene: è tutta fortuna! :-*

      Elimina
  4. A san Valentino i miei amori hanno voluto che impastassi pizza e panzerotti per un esercito...padre e figlia non sono un granché romantici, ma in quanto a voracità non li batte nessuno!
    I baci e gli auguri più coccolosi li ho ricevuti da mamma e papà...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La pizza vince sempre su tutto!!! In casa l'addetto ufficiale ai lievitati è Marito!

      Elimina