lunedì 17 marzo 2014

Sei incinta? No sono solo ingrassata.

Perchè qua al paesello se sei sposata devi subito procreare, se no che ti sei sposata a fare?
No io non ce la posso fare. Ve lo dico.

Essere in quell'età in cui tutti ti chiedono quando farai un figlio è stressante. Come se un figlio fosse un obbligo, ma ti pare? Che poi se devo moltiplicarmi e generare una futura te, pettegola del paese, anche no. Mi auto estinguo grazie!

Una cosa è sicura: se mai dovessi avere un bambino, un domani, non voglio trasformarmi in una di quelle super mamme senza una vita sociale che non fanno altro che parlare di figli e condividere meme stucchevoli sui social. Perché la verità è che a noi non ce ne frega niente se per te essere madre è la cosa più bella della vita o ti completa l'esistenza.

Io sarei completa e soddisfatta già se la me quindicenne facesse finalmente pace con la me trentenne, tanto per cominciare.

C'è che mi sento troppo una cazzara inside: sono una pessima casalinga e se riesco a mettere assieme dei pasti decenti per noi due è già tanto… a meno che la maternità non ti trasformi magicamente in Mastro Lindo e in Carlo Cracco, credo che un eventuale figlio entrerebbe a far parte per direttissima del club degli Occhiettini.

Leggendo qua e là in rete ho scoperto che esiste addirittura la mafia delle mamme che ogni giorno si scanna perché c'è chi non allatta al seno e chi invece lo fa fino a che la creatura non diventa treenne.
Gesù, che impressione!
Non venitemi a dire che è bello e naturale perché un treenne ha dei denti che ti sbrana. Orrore!

E quelle che dicono che bisogna partorire con dolore altrimenti sei meno madre? No, io non lo accetto. Non accetto che una gravidanza ti faccia perdere la testa e ti trasformi in un essere senza un'identità slegata da questi fantomatici figli.

Figli che mi fanno paura. Che vengono cresciuti come piccoli adulti.
Ma l'avete visti voi quei nani malefici di Junior Masterchef?
Ma chi lo vuole per casa un ottenne che ti umilia sfilettando il branzino e preparando il "fumetto"?
Ma quale "fumetto" poi,  per carità! Nella casa di un bambino l'unico fumetto ammesso dovrebbe essere Topolino e stop.


Squadrone di droni dalle sembianze di infanti pronti a sfilettare anche la nonna.

E poi come glielo spiego al mio figlio ipotetico che le parolacce non si dicono e che i videogame fanno taaanto male se in casa abbiamo un arsenale che conta tutte le consolle in circolazione e addirittura un doppione?

Tempo al tempo, certo. Ma io sarò per sempre una hippie del duemila.

P.S. Tra l'altro io ho avuto una mamma che quando eravamo adolescenti ci asciugava le t-shirt preferite nel microonde. Quindi probabilmente alcune tecniche neo hippies si tramandano per via genetica... la cosa è andata avanti allegramente finchè una maglietta (metti che non era 100% cotone, metti un errore di calcolo dei tempi) non si è letteralmente disintegrata. Puff. Scomparsa per sempre. Adieu! (Ciao Mamy so che mi leggi! TVTB!)

20 commenti:

  1. Meravigliosa Carolina ...ti prego...non cambiare mai!!!!
    ++++++++++

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Spero proprio di no altrimenti mi snaturerei! ^___^
      :-*

      Elimina
  2. Finalmente qualcuno parla anche delle donzelle che non nascono col pedigree! Quelle come me, quasi trentenni che non si vogliono sposare e sono felici anche senza anello al dito e bebè. @tupinato

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Siamo nascoste ovunque ma siamo tante, me lo sento!

      Elimina
  3. Devo provare anch'io la ricette delle t-shirt al cartoccio! :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono perfette fresche di lavatrice, ma che siano biologiche al 100% mi raccomando! ^__*

      Elimina
  4. Anche io mi chiedo sempre...ma se trovero' il coraggio di fare un figlio, come gli/le spiego che non si gioca al pc mentre suo padre si sfonda di Call of Duty? E io che ancora non mangio i semini dell'uva perche' mi danno fastidio? E chi fara' i letti? :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hahaha! Esatto! E l'ordine? Come glielo spiego l'ordine? XD

      Elimina
  5. ahah anch' io ho dedicato un post a junior masterchef.
    I bambini geni mi hanno sempre fatto paura.
    Quelli troppo sapientoni mi sono sempre stati sul cazzo.
    E te lo dico dall'alto dei miei 34 anni e con 4 figli sul groppone.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ecco! Tu sei una di quelle mamme che mi piacciono!!! Io adoro i bambini, anche super scapestrati, ma che appunto siano tali non quelli tutti ingessati che scimmiottano gli adulti... ora vengo subito a leggermi il post!

      Elimina
  6. Ma io ti adoro!!! E' tutto vero quello che scrivi e mi riconosco in tutto, specie nella frase della 15enne che deve fare pace con la 30enne. Ti confido un segreto comunque: sia che tu faccia figli oppure no, sia che tu ne faccia uno o due o tre o quattro ecc., sia che tu ne faccia uno all'anno oppure uno ogni 5 anni, sia che chiedi l’epidurale o meno, sia che lo allatti oppure no, troverai sempre, sempre, sempre qualcuno che ti dirà che hai sbagliato. La cosa bella però è che a un certo punto succede che impari a mandare il mondo affanculo a prescindere con un gran sorriso :-) A proposito di ideologie sulla maternità comunque, Internet per fortuna offre anche delle isole in cui esercitare il libero arbitrio e sentirsi accolte; io mi sono sentita a casa su Genitori Crescono e in un gruppo FB di mamme con alto senso critico. Quel giorno in cui eventualmente avrai voglia, fammi un fischio ;-)
    Bacioni

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho appena letto che sei in attesa, congratulazioni!!!
      Se dovesse mai accadermi già so che continuerò a seguire i miei principi neo hippie evitando di aggregarmi a gruppi a tema. ^__*

      Elimina
  7. Il paesello...Dio quanto ti capisco!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma il fatto che tutti gli abitanti dei paeselli siano identici in ogni parte d'Italia (del Mondo?) quanto è inquietante?

      Elimina
  8. Ridacchio parecchio ( e in realtà mi sento al contempo un po' tarda al pensiero che, mentre io non m'avvicino ai fornelli per paura di bruciarmi e ho ancora problemi a scongelare il pane col microonde, da qualche parte nel mondo c'è un piccolo Junior Masterchef che cuoce il cervo. Ma come li hanno cresciuti questi bambini?! )

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Di sicuro non gli hanno fatto vedere Bambi ç__ç
      Cuocere un cervo? Giammai!

      Elimina
  9. Ecco, e più cresco, più penso di non volere figli.
    A me spesso danno proprio fastidio e mettono in imbarazzo, povere creature. Diciamo che non ci sono proprio portata.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma infatti Giuli, ognuna dovrebbe essere libera di scegliere cosa fare senza sentirsi giudicata da stuoli di madri integraliste. *___*

      Elimina